Menù di Navigazione Pagine

La vetrina di elettromagnetismo

“Debbo confessare che incredulo e con non molta speranza di buon successo mi ridussi a fare le prime prove tanto sorprendenti pareanmi i descritti fenomeni, e, se non contrari, superiori troppo a tutto quello che dell’elettricità ci era noto, tal che mi aveano del prodigioso. Della quale incredulità mia e quasi ostinazione, non che mi vergogni, domando perdono all’Autore della scoperta, cui mi fo altrettanto maggior premura e gloria di esaltare ora che ho veduto e toccato con mano, quanto fui difficile a credere prima di toccare e di vedere. Infine eccomi convertito, dacché cominciai ad essere testimonio oculare e operatore io stesso dei miracoli, e passato forse dall’incredulità al fanatismo”.

Alessandro Volta – nelle sue parole, la reazione all’annunzio delle scoperte di Galvani