Menù di Navigazione Pagine

La scuola per lo sviluppo Pon misura 7 azione 2

Progetto, inserito nel POF, terza annualità, rivolto alle alunne ed agli alunni delle II e III del liceo classico “G.Garibaldi” di Palermo.
Il progetto si sviluppa su 50 ore attraverso attività laboratoriali, la sua didattica afferisce al Museo Scientifico del liceo centro di riferimento attrezzato a svolgere orientamento che si muove ed interviene in una realtà concreta quale quella museale, professionalizzando le risorse.

Finalità

L’attivazione di percorsi didattici, per la formazione e lo sviluppo delle competenze professionali di esperti di percorsi museali, organizzati nell’ottica della pari opportunità di genere, permette che sia letta e filtrata dalla sensibilità femminile sia la fruizione sia la diffusione della cultura scientifica e tecnologica.

I moduli:

Contratto formativo: Si potenzia la motivazione a partecipare al progetto grazie alla reciproca assunzione di responsabilità.
Laboratorio di Orientamento di genere: Le forme, i modi dell’insegnamento, il linguaggio, gli atteggiamenti inconsapevoli, i veicoli di caratterizzazione al maschile di ambiti professionali, riflessioni per garantire un accesso più libero al mezzo, in armonia con la soggettività personale.
Laboratorio di Informatica: Word, Ricerca Internet su figure femminili, note e non, che hanno segnato il cammino delle scienze, Costruzione di pagine web.
Seminari di storia delle Scienze: Lo sviluppo storico degli strumenti scientifici. Le figure femminili nella storia delle scienze. Lo sviluppo complessivo della ricerca scientifica.
Laboratorio di Fisica/Scienze: Simulazione di esperienze al PC attraverso software specifico.
Laboratorio di Schedatura: Metodologia di schedatura.Produzione di semplici schede di catalogazione di antichi strumenti scientifici del museo del liceo.
Percorsi Museali: Costruzione di percorsi museali inerenti la strumentazione scientifica schedata facente parte del museo del liceo Garibaldi.
Divulgazione: Apertura del museo. Le/gli alunne/i fanno da guida al pubblico per la fruizione consapevole, gestiscono autonomamente la comunicazione sui beni museali tecnico scientifici, diffondendo la conoscenza e l’informazione sull’evoluzione del processo scientifico ed inducendo ad una riflessione sulla propria esperienza di fruitore di beni culturali scientifici ricavandone nuove conoscenze/competenze.

Si effettuano inoltre visite al museo dell’Osservatorio Astronomico di Palermo e in altri siti museali.
Si partecipa a concorsi regionali e nazionali attinenti le tematiche trattate (“La Scienza nella Scuola “, “Conosci il tuo museo” …)
Si utilizza l’esperienza e le competenze acquisite nei percorsi per l’esame di maturità.
Alle/ai corsisti viene riconosciuto, il credito scolastico previsto perché il progetto si pone come offerta formativa di supporto al curricolo e si configura come attività di educazione permanente ed orientamento.
Le attività, incidono positivamente sui modelli culturali, contribuiscono a combattere le forme di discriminazione indirette rispetto a competenze “storicamente” maschili.
La formazione mirata a costruire il senso di appartenenza, l’identità sociale e territoriale e personale, l’acquisizione della cittadinanza consapevole, contribuisce alla eliminazione della differenza di genere radicata nel territorio. Essa inoltre ha un effetto moltiplicatore dei risultati dato dalla fruizione museale che si effettua durante le giornate conclusive.

Obiettivi misurabili raggiunti nelle precedenti annualità :
funzione di orientamento per la scelta universitaria verso facoltà scientifiche
capacità di formulare schede di catalogazione di strumentazione scientifica attraverso l’osservazione, l’analisi delle componenti, la ricerca in inventari e testi specifici, compendiata da notizie storiche relative alle numerose figure femminili della storia delle scienze ed inserita in percorsi museali.
capacità di effettuare ricerche internet (figure femminili della storia delle scienze) e comunicare i risultati eventualmente tramite pagine Web da illustrare nelle giornate di divulgazione del progetto.