Menù di Navigazione Pagine

COPPIA DI DIAPASON A 440 CON SPECCHIETTO E MARTELLETTO

Numero inventario antico: 3893/3892
Numero inventario attuale: 1505/1506

STRUMENTO: COPPIA DI DIAPASON A 440 CON SPECCHIETTO E MARTELLETTO

Epoca: Inizio ‘900

Costruttore: /

Materiali: Acciaio, ferro, ottone, vetro, legno, feltro.

Dimensioni: Diapason 315 × 55; martelletto 310 × 65 mm

Stato di conservazione: Buono (anche se mancano i supporti di legno).

Notizie: Dal registro d’inventario più antico, rinvenuto nel liceo, risulta che gli apparecchi sono stati inseriti in inventario il 13/4/1928, per £ 750 cad., con i numeri 3892 / 3893.

Descrizione: Per diapason s’intende una barra d’acciaio ricurvata su se stessa a forma di pinzetta. I diapason recano sui rebbi due dischi di ottone in uno dei quali è incastonato uno specchietto circolare, mentre l’altro serve da contrappeso. Su quello che reca lo specchietto vi è un cursore di ottone la cui altezza può essere regolata a mezzo di una vite di bloccaggio. Spostando il cursore si modificano le frequenze dei diapason. I martelletti in legno recano agli estremi feltri verdi. Per la prima volta il set fu costruito a Parigi da Rudolph Koenig (1832 – 1901) famoso costruttore di strumenti acustici.

Uso: Facendo vibrare i due diapason posti perpendicolarmente l’uno rispetto all’altro e dirigendo sugli specchietti un raggio luminoso, lo specchietto del primo diapason lo rifletterà su quello del secondo e successivamente su uno schermo si genereranno le cosiddette “figure di J. A. Lissajoux”. Per la persistenza della immagine sulla retina il punto luminoso in rapido movimento ci appare come una curva continua. Ponendo invece i due diapason paralleli è possibile ottenere l’immagine dell’interferenza di due oscillazioni con i relativi battimenti.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *